Biagetto è una piccola Frazione del Comune di Gualdo Tadino (Pg) situata lungo gli argini del fiume Chiascio che delimita il confine Eugubino-Gualdese. Il paese si sviluppa sulle fondamenta di un antico borgo che negli anni ha subito notevoli cambiamenti fino ad arrivare con malincuore alla completa ricostruzione senza alcun vincolo paesaggistico che poteva conservare un'immagine storica. Proprio per questo il paese nell'ultimo secolo ha subito diversi cambiamenti d'identità partendo dal nome originario " I BIAGETTI " poi " CASE NOVE BIAGETTO " per ricambiare in " CASE NUOVE DI BIAGETTO " e per finire in " FRAZIONE BIAGETTO ". Ha la propria Chiesa nominata "Chiesa della Madonna del Rosario", nel 2005 si è festeggiato il 25° anniversario, gli abitanti sono particolarmente affezionati a quella che definiscono la loro Chiesa, perché è stata realizzata completamente dai paesani nel terreno donato da Daniele Venarucci.

Nelle vicinaze del paese si trova il rudere conosciuto come Palazzo Totila che, secondo tradizione, sarebbe legato alla vicenda dell'ultimo re dei Goti, morto nella zona dopo la Battaglia di Tagina.

    Uno dei momenti più belli per il Paese è senza dubbio quello della Festa Paesana, i Biagettari tengono in maniera particolare a questo evento iniziato ben 26° anni fa con una semplice festa in mezzo alla strada con orchestrina e una piccola pesca di beneficenza, fino ad arrivare ad oggi, puntando nella ricerca di cibo di qualità e l'accuratezza nel cucinarlo "LA BONTA' DELLA TRADIZIONE", fanno si che la Festa riscuota sempre un maggior successo. Si svolge nell'area adiacente alla Ex Scuole Elementari dove oltre allo spazio dei Stand Gastronomici vi è anche un'area dedicata al Ballo ed alle Attrazioni.

Il tutto si svolge in tre serate:

VENERDI con la gara di Briscola (il numero dei giocatori si aggira quasi sempre sulle 128 coppie).

SABATO serata danzante e vari giochi popolari sia per grandi che per i più piccoli.

DOMENICA si inizia nel pomeriggio con la classica corsa della " Brocca in Testa " le signore del paese fanno dimostrazione di come si trasportava l'acqua dalla sorgente alle abitazioni. La giornata si conclude con il ballo in piazza e vari giochi popolari.